Archivio per giugno 2011

08
Giu
11

Quella cosa li.

Punto 0.

We are not “Groupies.” Groupies sleep with Rockstars because they want to be near someone famous. We are here because of the music, we inspire the music. We are Band Aids.
Penny Lane

She Changed everything. She was the one that said “No more sex. No more exploiting our bodies and hearts.” Just blow-jobs, and that’s it!
Estrella Starr about Penny Lane

Almost Famous.

Punto 1.

Immaginatevi il video di “I Want Love” di Elton John con Robert Downey Junior. Oppure “Bitter Sweet Symphony” dei The Verve.
Se sapete che video sono bene. Potete passare al punto 2.

Punto 2.

Ora immaginate che sia davanti a voi e che vi stia per raccontare tutto questo.

Sto sorridendo. E solo se sapete come sorrido potete continuare.
Il benessere che provo in certi momenti della giornata fa sembrare la mia esistenza precaria meno precaria del solito.
Come dire, essere felici è davvero una gran bella sensazione.

Dall’altro ieri le mie unghie sono color lilla.
Dall’altro ieri ho una botta sulla caviglia perchè sono caduta dalle scale.
Da ieri mi fa male un braccio, ma non credo mi verrà un infarto.
Da ieri nel mio armadio c’è una maglia nuova. E’ rosa. In negozio sembrava color corallo o qualcosa del genere. Acquisto sbagliato? Preferisco chiamarlo “test di colore”.
Da un paio d’ore ho deciso che voglio comprare un dondolo, o meglio quelle panche da giardino che dondolano. Quella cosa li.
Da un paio d’ore sto ascoltando solo una canzone: “Ob-La-Di. Ob-La-Da” dei Beatles.

 

C’è una cosa divertente che mi è capitata lo scorso fine settimana. Ero a casa con un amico e tra un bicchiere di rhum e l’alto abbiamo deciso di fare un gioco: pensare a delle canzoni che attualmente non abbiamo nè sul pc nè su un qualche lettore mp3. È stato illuminante. Di alcune ci siamo anche un po’ stupiti. Sia perché abbiamo realizzato di non averle, sia perchè non siamo riusciti a capire perché ci siano venute in mente proprio quelle (non che siano strane eh, solo che boh).

Vi faccio degli esempi:
– 1979. Smashing Pumpkins
– Sei Bellissima. Bertè
– Ob-La-Di. Ob-La-Da. Beatles
– Time To Remember. Billy Joel
– Ancora. Mina
– Bitter Sweet Symphony. The Verve
– Growing Pains. La Roux
– Rock N Roll All Night. Kiss
– Talking Heads. Psycho Killer

Di getto. Così. E ce ne sarebbero altre 1.000 da poter scrivere. È buffo perché sono canzoni che conosciamo e che ci piacciono, ma che non abbiamo “fisicamente”. Uno poi pensa che le canzoni che si porta sempre dietro siano quelle che preferisce. In parte ovviamente è vero, ma quante volte capita di ascoltare a caso la radio e pensare: “Questa è proprio bella”.
Io ho avuto un periodo in cui me le segnavo tutte e poi a casa rimediavo alle mie mancanze.

Ora non non lo faccio più.
Dovrei ricominciare.

05
Giu
11

Dai, vieni di là, perchè lo sai che là la vita è bella.

Dai, vieni di là.

Ora ha casa nuova a Milano. Grande cosa. Grandissima.
Ora ha delle nuove cose a cui pensare. Grande cosa. Positiva se non altro.
Ci sono anche delle nuove persone nella sua vita. Belle, apparentemente. Molto.
Ci sono delle cose che non dovrebbe portarsi di là, ma lo fa.
Ci sono delle cose che ancora non può portarsi di là. Prima o poi lo farà.

Adora le enormi pareti del salotto e al secondo giorno è già cascata dalle scale (non si è fatta male).
Deve comprare le grucce, perchè non ne ha abbastanza per tutti i vestiti. E anche un nuovo manico per il mocio.
Le piace la camera soppalcata con vista (sul salotto).
Non vede l’ora di riempire la libreria con i suoi libri e i giornali.

Ha deciso che in casa vuole che ci sia sempre del succo d’arancia e della vodka.
Poi il latte e le fette biscottate.

La tele non la vuole per ora, ma forse prima o poi la comprerà.

Ah, tra le cose che non sono cambiate c’è una persona, sempre quella, che continua a dirle che è fatta male. Pensa troppo, dice. Vero, ma le sta bene così, risponde. Soprattutto perché, che rimanga qui, da poco tempo ha capito che quella persona è fatta esattamente come lei. Ed è anche per questo che le vuole bene.
Forse glielo dice per evitare che poi ci rimanga male. Delle cose, in generale. Ma lo sapete com’è fatta.

[p.s. fairy tale_01]

Fantasticare sul nulla è divertente, anche se al mattino ci si sveglia un po’ così. Ci sono delle cose che vorrei dirti, anche se lo so anche io che farei prima a farti uscire dalla mia testa. Decisamente più facile.

Sì, me l’hai già detto che hai da fare, che devi scappare, ma dammi solo 10 minuti. E rimani con me.
Sì, me l’hai già detto che non hai tempo, che hai tante cose per la testa, ma se vai a casa lo sai anche tu cosa succede. Succede che dopo 5 minuti prendi il telefono e mi chiami comunque. E mi chiedi se ci possiamo vedere.

Voglia di rincorrerti non ne ho. Non sono il tipo. Anzi, non è che non lo sono, ma è che non voglio darti fastidio.

Va beh, fai come ti pare, io vado di là.

Ti prego, dimmi che ti va di venire di là.




i write, you read

contact

miriam.pittioni@gmail.com [Gtalk] miriam pittioni [skype]

I heart FeedBurner

Add to Technorati Favorites

Così tanto tempo e così poche cose da fare..

giugno: 2011
L M M G V S D
« Feb   Set »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Aggiornamenti Twitter

MYTUBE

Who's william_perry?

I wonder if you think of me when you can't fall asleep at night.

Covered.

Hear from you soon.

Doesn't mean I'm lost.

Be mine.

Stolen #01

Altre foto
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.