Archive for the 'Art- Photography' Category

15
Dic
09

WEBservices SERIE. Stéphane Massa-Bidal.

The French illustrator, Stéphane Massa-Bidal (aka Hulk4598, or Rétrofuturs) had just finished his latest serie for the year 2009. Some covers interpretations for webservices, in A2, A3 & A4 posters.

18
Nov
09

POSTER series. popular TV SHOWS

this is a personal project / non commercial use designed by Albert Exergian. follow on Tumblr

li trovo geniali. ci ricoprirei le pareti con alcuni.

13
Nov
09

Karl LAGERFELD. tokidoki toy

‘I am very flattered that I became a tokidoki, I always loved them and I am happy to be one of them’

Karl Lagerfeld

k2 k

non vado pazza per il buon Karl. sì per quando riguarda la moda, no per determinate cose che dichiara. ma non starò qui a scrivere cose noiose.

il 15 di novembre 2009 sarà possibile acquistare la figure di Karl Lagerfeld (10″ – 129euro). il toy è carino. ahahaha è uguale a lui.

forse mi piace un bel po’ perchè amo tokidoki e Simone Legno.

beh, che dire. sicuramente i 1.000 pezzi verrano fatti fuori in poco tempo, quindi se lo volete impegnatevi! in bocca al lupo per chi lo desidera tantotantotanto.

uh. p.s. LA Flagship Store opens at  12th dicembre 2009. 7965 Merlose Ave. io fossi a LA ci andrei.

06
Mag
09

LaChapelle Exibition – Firenze Galleria Poggiali Forconi

“Awakened”

p1050006_011

In “Awakened” LaChapelle presents us anonymous and common people playing the role of biblical characters ­ Jonah, Jesse, Judith, Sarah -, immersed in water, in a levitating state. The beautiful illumination, their expressions, the wightlessness of the clothes, all that contributes to introduce the viewer into a welcoming mystical dimension. These works confirm a deep emotional involvement regarding trascendent themes, the presence of the divine in the daily life and the idea of the sublime.

from photo.box.sk

Heaven to Hell

p1050011_01

(Pieta with Courtney Love)

This section takes its title from the artist’s latest book, published by Taschen, which concludes the trilogy that began with LaChapelle
Land, 1996, and Hotel – LaChapelle, 1999. It presents a series of three photos dealing with the theme of everyday death scenes in contrast to the most famous of all death scenes, the Pieta. LaChapelle portrays the death of an average man in the arms of an average woman in the position of this religious scene repeated countless times throughout in art history.

from lachapelle.it

“Recollections in America

lachapelle_011

from artnet.com

These photos from the seventies show groups of friends meeting up for family parties and other occasions. LaChapelle’s manipulation of the photos analyzes ironically the American middle class and its own values.

from lachapelle.it

“Deluge

p1050014_01

(Cathedral)

The most recent works of David LaChapelle are exhibited in this section. Deluge, inspired by The Deluge painted by Michelangelo for the Sistine Chapel, is a criticism of the consumer race, the decline of such universal values as kindness and empathy, and the growing attachment to material goods. In Museum, the art system and the idea of art ownership is the object of LaChapelle’s criticism; in Cathedral he denounces the loss of spiritual value and finally in the Awakened series LaChapelle affirms that the road to universal rebirth passes through individual destiny.

from lachapelle.it

“Star System

p1050010_011

(Hi Bitch and Bye Bitch with Paris Hilton) and her cameltoe.

For every famous person, their public image is their most important visiting card. LaChapelle knows this very well and aims at capturing this aspect in order to describe, exuberantly and wickedly, their narcissistic nature and their exhibitionist attitude. Normality is simply out, and every type of excess is in.

from lachapelle.it

inoltre c’erano i backstage della realizzazione di “Deluge” e “Pieta”. geniale. 🙂

more on lachapelle.com

06
Mag
09

Firenze.

abbiamo cercato di arrivare in stazione il più presto possibile. all’entrata: fila che faceva paura, ovvio. scendo dall’auto e vado a fare i biglietti, Diego va a trovare parcheggio. il tizio trova il treno e mi fa: “i posti ci sono solo in prima classe” . “cazzo” . “anzi no, sul primo treno non avete neanche i posti assicurati” . partire dovevamo partire, quindi dico che vanno bene quelli. Diego mi chiama che non trova parcheggio, no buono. 5 minuti prima che il treno arrivasse lo trova. corriamo al binario.

saliamo sul primo treno, rimaniamo seduti per 20 minuti, poi ci dobbiamo alzare. è strano quando non hai i posti prenotati. hai l’ansia perenne e ogni volta che qualcuno si avvicina tu sei già pronto per alzarti. ma ci sono sempre i pirloni che non si ricordano il loro posto. ti passano vicino, proseguono oltre e tu pensi: “nessuno in piedi dopo l’ultima fermata! fiù, fino alla prossima sto seduta! ahahah, no! perchè il pirlone torna indietro e legge minaccioso i numeri sui posti, controlla il biglietto, ti guarda, sorride e prima che apra bocca tu gli dici: “si, ora me ne vado”.

p1040917_012il viaggio quindi continua in piedi fino a Bologna. per parlarci urlavamo come pazzi, ma ce l’abbiamo fatta.p1040932_01

come sempre in treno incontri le persone più strane. ti fanno sorridere, ma molto probabilmente anche tu fai sorridere loro, in qualche maniera.

a Bologna andiamo a fare colazione. prendiamo il treno, ora siamo in prima classe su un EuroStarqualcosa. più tranquilli di così. la scena è stata questa: i posti che avevamo non erano uno di fianco all’altro, bensì uno davanti all’altro. dico a Diego che evetualmente potevamo fare a cambio con qualcuno. in quell’istante vedo un ragazzo bellissimo avvicinarsi con il fare della persona che cerca il suo posto descritto poco fa: si affianca al mio. dico a Diego: “…solo se” (il mio pensiero era: ci spostiamo solo se il posto del belloccio non è proprio quello di fianco a me). il posto era proprio quello. guardo Diego e gli faccio: “va beh dai è uguale no?” 😀

durante tutto il viaggio Diego mi ha continuamente inviato messaggi in cui mi spingeva a toccarlo e a far cadere qualcosa a terra per ricreare una ipotetica scena da film. io ridevo da sola leggendoli. ho fatto la figura della pazza.

sbarchiamo e chiediamo subito informazioni per via della Scala, non si sa mai che tra destra e sinistra andiamo dalla parte sbagliata.

passeggiatina, pranzo, caffè, passeggiatina.

p1040946_013

il sole picchiava un sacco e Diego preso da un raptus mi ha tolto sciarpa e maglioncino che mi ero arrotolata al collo.

stavo meglio effettivamente.

p1040987_014

già stremati arriviamo alla mosta e ci illuminiamo. bellissima. vedere dal vivo le foto fatte da LaChapelle, per la seconda volta tra l’altro, è stato emozionante. ma proprio un sacco. per sapere quello che c’era da vedere alla mostra potete andare qui.

tutto il resto è mezzo litro di cappuccino, un panino al volo e taaanto sonno. ah! e soprattutto nei due secondi in cui Diego si è allontanato da me mi si è fatto vicino un “pazzodastazionedeitreni” che mi ha chiesto una sigaretta. era brutto e sporco, gli ho dato quella che stavo fumando io, ma non se ne andava. mi si faceva sempre più vicino e mi parlava. per fortuna è arrivata una tizia delle ferrovie e l’ha allontanato. in contemporanea un poliziotto l’ha preso per la giacca e l’ha portato via. O_O ho la calamita? potrebbe essere.

p1050030_011 p1050049_01p1050038-39

04
Mag
09

LACHAPELLE – 04.05.2009

dovevamo partire in 6 ma diverse sfide ci hanno provati nonchè decimati.

siamo sopravvissuti solo io e Diego.

e proprio noi, oggi, ce ne andiamo a Firenze prendendo il treno che parte da Pesaro alle 08:52 per arrivare a destinazione alle 12:23.

perchè non voglio lasciarmi scappare una mostra di LaChapelle, non un’altra volta.

vi saprò dire. 🙂

di una cosa sono sicura. piangerò, piangerò tantissimo.

lachapelle_cathedral1

David LaChapelle – Cathedral




i write, you read

contact

miriam.pittioni@gmail.com [Gtalk] miriam pittioni [skype]

I heart FeedBurner

Add to Technorati Favorites

Così tanto tempo e così poche cose da fare..

maggio: 2017
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Aggiornamenti Twitter

MYTUBE

Who's william_perry?

I wonder if you think of me when you can't fall asleep at night.

Covered.

Hear from you soon.

Doesn't mean I'm lost.

Be mine.

Stolen #01

Altre foto
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.