Archive for the 'Music' Category

30
Apr
14

Tonight I’ll write a song.

Tonight I’ll write a song.

Do you want to know why?
Did you notice that sadness makes you appreciate happy things?
Yes, because when you’re sad those are the only things you don’t have.

Those are the things you dream about, you yearn for.
And that you really, really want.

Those things are beautiful, amazing, extraordinary.
And you cannot have ‘em.

4ba6b33a9c5911e2b4ef22000a1fbd4d_7

Sadness is the only way to appreciate happy things.

I’ll write a great song tonight.
And it will blow y’all up.

08
Giu
11

Quella cosa li.

Punto 0.

We are not “Groupies.” Groupies sleep with Rockstars because they want to be near someone famous. We are here because of the music, we inspire the music. We are Band Aids.
Penny Lane

She Changed everything. She was the one that said “No more sex. No more exploiting our bodies and hearts.” Just blow-jobs, and that’s it!
Estrella Starr about Penny Lane

Almost Famous.

Punto 1.

Immaginatevi il video di “I Want Love” di Elton John con Robert Downey Junior. Oppure “Bitter Sweet Symphony” dei The Verve.
Se sapete che video sono bene. Potete passare al punto 2.

Punto 2.

Ora immaginate che sia davanti a voi e che vi stia per raccontare tutto questo.

Sto sorridendo. E solo se sapete come sorrido potete continuare.
Il benessere che provo in certi momenti della giornata fa sembrare la mia esistenza precaria meno precaria del solito.
Come dire, essere felici è davvero una gran bella sensazione.

Dall’altro ieri le mie unghie sono color lilla.
Dall’altro ieri ho una botta sulla caviglia perchè sono caduta dalle scale.
Da ieri mi fa male un braccio, ma non credo mi verrà un infarto.
Da ieri nel mio armadio c’è una maglia nuova. E’ rosa. In negozio sembrava color corallo o qualcosa del genere. Acquisto sbagliato? Preferisco chiamarlo “test di colore”.
Da un paio d’ore ho deciso che voglio comprare un dondolo, o meglio quelle panche da giardino che dondolano. Quella cosa li.
Da un paio d’ore sto ascoltando solo una canzone: “Ob-La-Di. Ob-La-Da” dei Beatles.

 

C’è una cosa divertente che mi è capitata lo scorso fine settimana. Ero a casa con un amico e tra un bicchiere di rhum e l’alto abbiamo deciso di fare un gioco: pensare a delle canzoni che attualmente non abbiamo nè sul pc nè su un qualche lettore mp3. È stato illuminante. Di alcune ci siamo anche un po’ stupiti. Sia perché abbiamo realizzato di non averle, sia perchè non siamo riusciti a capire perché ci siano venute in mente proprio quelle (non che siano strane eh, solo che boh).

Vi faccio degli esempi:
– 1979. Smashing Pumpkins
– Sei Bellissima. Bertè
– Ob-La-Di. Ob-La-Da. Beatles
– Time To Remember. Billy Joel
– Ancora. Mina
– Bitter Sweet Symphony. The Verve
– Growing Pains. La Roux
– Rock N Roll All Night. Kiss
– Talking Heads. Psycho Killer

Di getto. Così. E ce ne sarebbero altre 1.000 da poter scrivere. È buffo perché sono canzoni che conosciamo e che ci piacciono, ma che non abbiamo “fisicamente”. Uno poi pensa che le canzoni che si porta sempre dietro siano quelle che preferisce. In parte ovviamente è vero, ma quante volte capita di ascoltare a caso la radio e pensare: “Questa è proprio bella”.
Io ho avuto un periodo in cui me le segnavo tutte e poi a casa rimediavo alle mie mancanze.

Ora non non lo faccio più.
Dovrei ricominciare.

27
Set
08

LOVER.

Lonely is the room, the bed is made, the open window lets the rain in..

Burning in the corner is the only one who dreams she had you with her..

My body turns and yearns for a sleep that will never come..

It’s never over, my kingdom for a kiss upon his shoulder..

It’s never over, all my riches for his smiles when i slept so soft against him..

It’s never over, all my blood for the sweetness of his laughter..

It’s never over, he’s the tear that hangs inside my soul forever..

10
Giu
08

UN PENNY PER I TUOI PENSIERI.

che dire..

sabato sera (e imprevista domenica) in Milan direi..mmmm..molto molto piacevole..spettacolare..musicale..inaspettato..

pronti a cominciare?..avanti!..

la mattina alle 8:57 avevo il treno..azz..L’ALBAAAAA!!..per quanto riguarda i miei ritmi ultimamente..^___^..pardon ai lavoratori..sveglia prestissimo..e riesco comunque a sentirmi in ritardo..infatti per arrivare in stazione fino all’ultimo non sapevo se aspettare l’autobus (che odio perché hanno un orario tutto loro alla faccia di chi vorrebbe spaccare il minuto visto che avrebbe un treno che l’aspetta) ma vista l’imprevedibilità ho evitato..taxi mi scocciava perché con 8 euro (ladri) ci potevo pranzare..quindi opto per i miei piedi..sotto la pioggia con il fidato ombrello rottorotto ma gratisgratis che la bidella Gloria mi ha loscamente regalato..

dai alla fine il treno lo prendo..anche se ho avuto la tentazione, appena salita non trovando il lettore ma solo le cuffie, di tornare a casa..ovviamente grazie all’ordine che solitamente NON regna sovrano nella mia borsa l’ho trovato infilato nella felpa piegata in fondo..sospiro di sollievo..attacco..accendo..mi metto le cuffie..e non ci sono per nessuno..

a BO sale il mio accompagnatore..meno male che c’era lui..non ci speravo più che qualcuno venisse al Mi Ami con me..alla fine quasi per caso e in tempi brevissimi ha deciso di accompagnarmi..^___^..

rinco ma allegra arrivo a Milano..tra labbra a canotto e ubriaconi mattutini si arriva in piazza del Duomo..con migliaia di ragazzine superfashioncel’hosoloio..aaaah si!..è la prima cosa che si nota arrivando in quel di Milano..a volte anche prima del Duomo..il che è grave..

pranziamo perché la mia panza vuota mi suggeriva che era giunta l’ora di procacciarsi del cibo..schifezze ovviamente..usciamo..giretto per negozi..tappa in un bar dove avevo già avuto il piacere di fermarmi quando sono stata al concerto di Bryan..hanno dei dolci buonissimi..io dico che sono buonissimi..poi da ignorante di Milano potrebbe essere benissimo che non sia uno dei migliori..fatto sta che è in centro e costa..qualcosa vorrà dire..altra passeggiata..tappa caffè..neanche troppo buono..arriva il momento della galleria..bella e strapiena di soldi!..si va OVVIAMENTE alla Ricordi..ci passiamo praticamente la giornata..tra CD..DVD..serie tv..cofanetti..adesivi..libri..vinili e moleskine..aaaaaah!..la fine!!..mi volevo perdere!!..alla fine esco con un regalo per la Cunny (non dirò cos’è perché potrebbe leggere questo post) e niente per me..azz..strano..telefonatina..bischera direi..

e si parte alla ricerca della via per il Mi Ami..dai..non siamo andati neanche poi così male..gli autobus li abbiamo beccati tutti..la camminatona finale per mezzo Idroscalo era evitabile ma va bene così…entriamo e scopro che non era un festival della musica..ma una WAYFARER NIGHT!..*____*..che spettacolo..gente stupenda..mercatini dove comprare qualsiasi cosa!!..ai mercatini comprerò, dopo il ventesimo giro e una indecisione profondaprofonda, un pupazzetto verde..carino..ma così cariiiiino!!..il suo nome di battesimo è Green..ma glielo cambierò sicuramente (si accettano consigli)..lui è stato il prescelto perché, benché fosse in gara tra 3, lui era il primo che avevo notato..l’amore a prima vista che non si può rifiutare..MAI!..ebbene..passiamo a qualcosa che può interessare veramente..i concerti erano molto belli..preferivo la musica che facevano all’interno..un rock a tratti più tranquillo ma nuovo..fuori un qualcosa di più pesante..ma si variava..^___^..ah..ho capito subito la storia dei baci..i posti per infrattarsi non mancavano..sarà stato per quello..

volevo vedere Carlo Pastore..dai si..ammetto che lo volevo..ma la cassa su cui ci eravamo seduti ha rubato le nostre chiappe..e quindi ho sentito solo la sua voce quando introduceva il DJ Set Spiller..i miei occhi a cuoricino non hanno fatto si che mi alzassi per andare a vederlo..ero dall’altra parte e la stanchezza era troppa..scusa Carlo..se passi per Pesaro ti offro un caffè..dai su!..

beh..le sensazioni che ho avuto sono davvero troppe..dovute a più fattori..musica..novità..persone..parole..sorrisi..bagni schifosi e relativi “forza e coraggio”..io non so cosa posso scrivere e cosa non posso scrivere..è il mio blog..lo so cari..ma è meglio così..^___^..forse..foooooorse..forse niente..chiedete e non vi sarà detto..non chiedete e..va beh..

06
Giu
08

SABATO 07.06 – DOMENICA 08.06

si va al MiAmi..

speriamo ci sia bel tempo cari..non ho neanche l’umbrella perchè me l’hanno fregata in facoltà..sbuff..ci sarà qualche vucumprà che li ha no?..appena scende una singola goccia escono come funghi..non mi preoccupo..

si parte e spero di ripigliarmi..ci vuole una dose di felicità e di baci perchè oggi è proprio una giornataccia..:(..

mi dispiace solo che forse non vedrò Simona..ç_________ç..SAAAAAAD!..giuro che salgo quando vuoi..oppure scendi tu..hihihhi..vi dirò..spero di guardare da lontano Carlo Pastore..scruterò l’orizzonte sperando di vederlo..

se qualcuno ci viene ci si trova la!..io faccio la pazza giovane scapestrata e parto alle 08:57 di domani mattina da pesaro..arrivo a milano dopo tipo 4 orette..si gira e si rigira e riparto alle 06:05 della mattina di domenica..mammamiachesonnocheavrò!!..^___^..

andiamo a fare un pò di gruppone..e tanti tanti baci..

29
Apr
08

I COULD NEED SOME.

I’d like to close my eyes and go numb
But there’s a cold wind coming from
The top of the highest high-rise today
It’s not a breeze cause’ it blows hard
Yes, and it wants me to discard the humanity I know
Watch the warmth blow away

Don’t let the world bring you down
Not everyone here is that fucked up and cold
Remember why you came
And while you’re alive
Experience the warmth before you grow old

Do you think I should adhere to that pressing new frontier?
And leave in my wake a trail of fear?
Or should I hold my head up high
And throw a wrench and spokes by
Leaving the air behind me clear?

..thanks Sybelle..

13
Mar
08

MILAN – Pt.2

..cari curiosi..eccovi il resoconto degli altri 3 giorni a Milano..il motivo della partenza è stata “causata” dalla vincita di un invito per il concerto al Metropol di Bryan Adams..allora..premettiamo che Bryan è Bryan..ma mi sono capitate delle cose molto belle e divertendi questo fine settimana..hihihihi..

..tutti i cinesi/giapponesi possibili immaginabili ci chiedevano informazioni su strade e robe varie..aaaaaah!..e il bello era che le sapevamo tutte!..forse perché chiedevano del Duomo o di via Montenapoleone..:D..va beh..fatto sta che ce la siamo stiracchiata..e dai, arrivi a Milano da Udine e ti chiedono le strade!..va bon!..facciamo anche un pò le turiste vah..la più strana è stata la visita al Cenacolo..”vorremmo un biglietto per il Cenacolo”..”il Cenacolo è SOLD OUT”..O_O..”scusa..ma un concerto dei Rolling Stones è sold out!..no il Cenacolo!”..va beh..fatto sta che dopo questa figuraccia ci dicono che il Cenacolo è sold out per 2 settimane!..2 SETTIMANE!!..va beh..a Milano trovare qualcuno che parla italiano è come a Londra trovare qualcuno che parla inglese..una vecchina carina disperata in stazione che doveva prendere il treno per Genova si avvicina e mi fa: “Scusi signorina, lei è italiana?”..che carinaaaa!!..e io: “Si, si signora mi dica”..lei: “Oh grazie e Dio!!”..eccecc..;)..va beh..arriviamo all’hotel..vicino alla nostra meta finale..il Metropol..dove fanno le sfilate Dolce&Gabbana..non mi dilungherò su com’era il posto..vi dico solo che per gli invitati (eravamo forse 350..400 persone) dei pinguinetti servivano lo Champagne..*____*..

le prossime affermazioni potrebbero essere un po’ confuse..sparpagliate e deliranti..

potrei parlare della lieve tristezza per il tempo..

della mancanza della mia giacca verde..

del fatto che c’erano talmente tante persone da guardare che per ognuna ho trovato una parola, una frase per ricordarmela..

dell’ispirazione continua..

della vita milanese quasi da suicidio..

dei semafori rossi..

degli anelli in vetrina da 211.900 euro..

della mostra di grafica pubblicitaria che ho visto..

della Milano dall’alto, vista dal Duomo..

del braccialetto portafortuna che le hanno legato al polso (ti avevo avvertito che non ti avrei dato la “mancia”!)..

del cameriere che con una tranquillità estrema mi dice: “per mangiare fuori costa il doppio”..e sarei arrivata a 20 euro per una piadina+ dolce..

delle donne milanesi, tutte sostenute (oh non tutte!..non ce l’abbiate a male!)..

del chiedermi perché ostentare i soldi che si hanno, ti vedo!..

del telefono che mannaggia non prendeva..

delle direzioni della metro..

della linea blu, maledetta!..

dei giovinastri, che sembrano tutti modelli..

delle giovinastre, che le borse di Louis Vuitton facevano guardare tutti dall’alto al basso (come sopra..non abbiatene a male)..

del caffè di Gucci..

del sentirmi esterna a tutto ciò, boh, l’idea dell’ “apparire” che ho io è diversa, che ci devo fare?..

del lettore mp3, sempre più complice..

del voler entrare in una qualsiasi boutique e fare pat pat sulla testa agli omoni di guardia!..

di una ragazza da Spizzico che divide lo spicchio di pizza a metà perché davanti al moroso non puoi certo farti vedere a mangiare uno spicchio di pizza intero!..

dei passerotti che volavano da Burger King..

del sosia di Bryan Adams visto per strada..mmmmmamma mia!..

delle ragazze giapponesi, appena uscite da un manga..

della vecchietta che parla con un ragazzo che chiede l’elemosina in metropolitana, “quanti anni hai? Devi andare a scuola!”..”18”..”e allora vai a lavorare!!”…

delle persone che mi fissavano in metropolitana, ma è così brutta la mia cuffia?..

delle lacrime in stazione, straziante..

degli spagnoli in hotel, erano in 2, ma sembravano 20!..

della Esselunga e dell’acqua che ci ho comprato..

del perché se compri qualcosa alla Rinascente ti dia più soddisfazione..

della mia tazzina da caffè di Stitch..

dei miei calzini di Stitch, comprati sempre al Disney Store..

del frigo bar dell’hotel..utilizzato per altri scopi..

della speranza fissa di incontrarlo di nuovo..

dei cartelloni pubblicitari enormi..

del rarazzo con la camicia a pois, troooooppo coool!..

dei Ray Ban rossi..

del biglietto della metro, che prende magicamente vita e non si fa trovare..

del dolore allucinante alle spalle per via del borsone della “Rugby Udine”, unico mezzo di trasporto vestiti che trovavo comodo..ma che le rotelle renderebbero perfetto..

della maglietta nuova molto piratesca..

del buco nei pantaloni usati a Your Noise, che ha mantenuto una dimensione decente per poco tempo..

della Moleskine, diventata il doppio..

dei mini lecca lecca fragola e tropicale, un toccasana..

dell’entrata al Castello..uff..un’insegna no??..

dell’odore di qualcosa di nuovo, che mi è entrato dentro..che mi entra dentro ogni volta che mi avvicino a qualcosa di nuovo, che mi emoziona, che mi trasmette qualcosa..

è il profumo che preferico..

quello che ti racconta storie, pur non emettendo alcun suono..

e l’ispirazione, è il crescere ogni secondo della tua vita..

è il fare tuo qualcosa che non lo è..

rischio di perdermi..

in 3 giorni ho assorbito a mò di Spongebob tante di quelle immagini, situazioni, espressioni, frasi nella mia testa che adesso a scriverle ci metterei tanto di quel tempo che neanche io immagino..

sapete però su chi mi soffermerei a parlare?..

su Carlo Pastore..

ma faceva parte del Milano Pt.1..

aimè..




i write, you read

contact

miriam.pittioni@gmail.com [Gtalk] miriam pittioni [skype]

I heart FeedBurner

Add to Technorati Favorites

Così tanto tempo e così poche cose da fare..

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Dic    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

Aggiornamenti Twitter

MYTUBE

Who's william_perry?

I wonder if you think of me when you can't fall asleep at night.

Covered.

Hear from you soon.

Doesn't mean I'm lost.

Be mine.

Stolen #01

Altre foto
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.