Posts Tagged ‘william

29
Mag
09

TWEETLESS.

Refraining from tweeting.

Finding that you have nothing to tweet or write. Drawing a blank when contemplating your Twitter page. Also used when one is stunned or surprised by something viewed on Twitter.

twitter_logo

“I’m tweetless after hearing that Aston Kutcher has stopped evangelizing Twitter”

“With nothing to do but describe my latest latte buying excursion I suddenly found myself tweetless”

“That boring Oprah was mercifully tweetless today”

se non vi succede siete drogati. a me capita raramente, ma almeno capita.

ok, si, sono drogata.

adoVo l’uccellino blu! *_*

20
Apr
09

lunedì 20aprile2009 h3:15AM

lunedì 20 aprile 2009 h3:15 AM

sono quelle nottate in cui non mi viene voglia di dormire. non ne ho voglia perché ultimamente sogno cose che non mi va di sognare, ma che i miei ricordi piazzano li, belle e pronte. devo solo stare a guardare.

sono un paio di giorni che mi va di fermarmi a pensare, a ragionare, e non arrivo mai a conclusioni certe. concludo sempre dicendo che faccio le cose istintivamente perchè mi va di farle.  concludo sempre convincendomi che non ho sbagliato.

cosa sono le scuse? frasi dette a caso perchè tutti vogliamo essere un pò artisti, un pò attori, un pò poeti.

sapete cos’è patetico davvero? dare importanza alle persone semplicemente in funzione di quanto sono conosciute.

sapete cos’è stupido davvero? dare importanza, ma tanta, a parole figlie di un “non ho tempo in realtà”.

avere paura di stare bene è una gran cazzata.

07
Apr
09

07.04.2009

A volte si compie gli anni.

Capita.

birthday_011

Mancano delle persone che vorrei fossero con me. Ma va bene.

03
Apr
09

MONEY, MONEY, MONEY.

from: PLAYBOY – aprile2009 n°4

Sognare in grande. Che storia i soldi.

Non so perché mi va di scrivere un post del genere ma un motivo potrebbe essere che “il fatturato di alcuni ricconi basterebbe a sanare il debito pubblico di diversi stati dell’ Europa Occidentale”.

Non voglio puntare “diti” o fare cazziatoni, ma vi riassumo il contenuto dell’articolo perchè lo trovo assurdo. Lo metto giù divertente.

PUNTO UNO: Per qualcuno il lusso potrebbe essere fare colazione la mattina con cappuccino e pasta. Molti lo fanno, io lo faccio. Ma la figata qual è? Rompere le palle e farsi portare i croissant caldi (non so come) dalla Francia. Considerando che noi l’unica cosa che ci facciamo portare a casa è la pizza di “Luca” e a distanza di mezz’ora ci arriva tiepida, ci viene da riflettere.

PUNTO DUE: Ok, a me piace fare shopping e ammetto che succede che ogni volta che passo in centro compro qualcosa; ma arrivare a spendere 14 milioni di dollari in sei mesi perchè, per caso, passo in città (a NY) per arrivare fino a Broadway, no. Ambhè la Katie Holmes lo fa e su questo punto un pò la invidio.

PUNTO TRE: Siamo sempre sullo shopping. Noi donne lo sappiamo che è bello, ma sappiamo anche che alla fine della giornata, se la battuta di caccia è stata pesante, siamo stanche e accaldate (magari). E allora perchè non entrare in un hotel e prendere una stanza a 500 bei dollaroni per rinfrescarci un pò? Eeeh sono problemi grossi, ma alla Angelina Jolie io lo concedo, perchè è bella e brava.

PUNTO QUATTRO: Non costringete l’amore vostro a imbottigliarsi nel traffico per portarvi a fare shopping il sabato pomeriggio. Suvvia, lasciate l’ auto a casa e, tipo se vi trovate a Londra (ma lo fanno diversi store nel mondo), fate una telefonatina a Harrod’s e fatevici portare da loro in elicottero no? Ah cari i nostri uomini, poi non dite che non pensiamo a voi eh!

PUNTO CINQUE: Parliamo di case. Ti accorgi di essere ricco se non ti preoccupi più dei tassi variabili che salgono e scendono. I beni immobili di Roman Abramovich nella sola Inghilterra assomigliano un sacco a quelli della Queen Elizabeth. Oprah Winfrey dei vostri acquari non se ne fa niente: la sua villa in California da 50 milioni di dollari è “dotata” di parco e lago artificiale con pesci rari che ci snuotazzano dentro; io ho sempre voluto un pesce rosso, per natura, poco invasivo. John Travolta si è fatto costruire una pista di atterraggio in giardino, io avrei dovuto abbattere la cuccia del mio cane, non mi sembrava il caso. La prossima volta che l’amministratore di condominio ci dirà che bisogna rifare il vialetto d’ingresso cosa gli vogliamo proporre? Ponte levatoio con fossato da 2 metri?

PUNTO SEI: Della festa di Robert Mugabe non voglio dire niente.

PUNTO SETTE: Vi piace lo sport? Bene, dai fate come Paul Allen (ex socio di Bill Gates). Si è comprato i Portland Trail-Blazers nella NBA perchè gli piace il basket. Ho deciso, domani mi compro qualche squadra di Rugby, che male non fa.

PUNTO OTTO: Amore ho scoperto che mi piace l’arte! Se fossi la fidanzata di Abramovich in questo momento avrei ricevuto in regalo una galleria e l’amore mio mi avrebbe portato a casa un Francis Bacon da 56 milioni di dollari e un Freud da 22. Evviva!

PUNTO NOVE: Leggo che Rupert Murdoch ha allungato a ciuscuno dei suoi 6 figli un assegno da 100 milioni di dollari. Mia nonna mi sgancia 50 euro quando torno a casa, ti voglio bene nonnina.

PUNTO DIECI: Il gelato mi piace, quelle belle coppone enormi che non riesco mai a finire. Eeeh si. Avverto in questo momento l’uomo che mi porterà, se vorrà, a NY. “Carooo! Siamo a NY e sono già al settimo ciuelo (che fa chic). Mi hanno consigliato un gelateria, si chiama Serendipity3 (come il film di John Cusack!! *__*) e mi hanno detto che fa un gelato buonissimo! Ad esempio, c’è una coppa (che se non sono minimo 10 kg di gelato mi incazzo, poi capirete perchè) che si chiama “Golden Opulence Sundae” che dentro ha vaniglia di Tahiti e del Madagascar, scagliette di rarissimo cioccolato Chuao venezuelano e una foglia commestibile di oro 23 carati” . L’amore mio: “Uuuh sembra buono! Dai andiamoci” . Ci vai, la mangi, lui fa il galante e va a pagare. Toglie il portafoglio dalla tasca, prende con 2 dita, senza estrarla, una banconota da 50 verdoni. AHAHAHAHA. Io li comincio a correre e cerco di seminarlo.

(La coppa costa 1.000 dollari. Se andate sul sito, leggerete che per mangiarla si deve fare la richiesta 48 ore prima)

BUONE SPESE A TUTTI!

 

25
Mar
09

26#07

1. ah, le lezioni di @gg.

2. @gg mi ha detto che quando ci sono io a lezione si sente costretto a controllare twitter.

3. alla fine di “gran torino” mi sono commossa, oddio, commossa..singhiozzavo proprio.

4. sapete quando sembra proprio STRANO?.

5. alle 7 di mattina, ancor prima di fare colazione, certe notizie danno veramente un’ altra piega alla giornata.

6. sono convinta che i miei soldi finiscano prima di quelli di tutti gli altri. è un altro modo per dire che molte volte ho le mani bucate.

7. parlo agli uomini: non imbarazzatevi se qualcuno vi fa notare che avete la patta dei pantaloni aperta.

8. mamma mia! ma quanta allegria mettono gli ABBA?!.

9. d. 24.03.2009 h.14:16 io e Diego in facoltà ad Urbino a cantare “Super Trouper”.

10. le cose da fare immediatamente mi mettono ansia.

11. giuro che ieri è stata la prima volta che mi sono preoccupata e esaltata allo stesso tempo.

12. il mio corpo è sincronizzato con quello di Diego.

13. la voce grattata di alcuni cantanti è di una sensualità unica (a me sta venendo per via delle sigarette, non è proprio il massimo così).

14. se nell’uomo non si vedono le orecchie perchè coperte dai capelli, c’è qualcosa che non va.

15. ah, gli spaghetti.

16. mia mamma non guarda le puntate di X-Factor fino alla fine perchè le viene ansia, e siccome sono tutti bravi poi le dispiace troppo per chi esce.

17. “quanto sei bono” agli uomini non si dice.

18. le piace sentire il profumo del docciaschiuma sulla pelle, non solo sua.

19. la mattina, finchè non esco dalla doccia, non mi andrebbe di relazionarmi con nessuno (coinquilini esclusi, 4°pure).

20. vorrei taaaanto comprare QUELLA borsa di Vivienne Westwood. ma taaaanto eh. che poi sarebbe questa o questa, in nero -ma sul sito non c’è più. colletta? azz, ma anche quella di Alexander McQueen.

21. “Martini, tesoro, e non sprecare spazio con delle inutili olive”.

22. ..è trovare il giusto approccio, non sentirsi Dio in terra ma neanche l’ultimo pirla.

23. prendere un aereo, sapere quando si parte, ma non quando si torna.

24. affezionarsi alle persone a volte è bello.

25. sentirmi dire da qualcuno quello che avrei voluto dire io a lui.

26. se mi offrite un caffè amaro, non avete capito proprio niente.

parma_02

23
Mar
09

26#06

1. le sigarette sono state un pò troppe. #pwc

2. Sorchiotti docente di slang pesarese. #pwc

3. ho conosciuto un pò di avatar nuovi. #pwc

4. giravo a mò di vecchio.rompipalle.nei.cantieri leggendo i badge. #pwc

5. a little love can change it all.

6. avevo una faccia assurda, forse avevo dormito troppo poco. #pwc

7. i don’t want somebody who loves me, just give me sex whenever i want it.

8. William Perry in realtà è un giocatore di football americano.

9. noto in treno una giovinastra che legge un libro di alta cultura -i love shopping- e come segnalibro? ovviamente Twilight.

10. la gente in treno mi fissa e non so perchè. son quelle cose che poi ti preoccupi e pensi che c’hai qualcosa di strano in faccia.

11. la bruschetta bigusto da 40cm.

12. ah, i ragazzi senza culo.

13. per quanto mi sia capitato centinaia di volte di perdere la pennina del telefono, l’ho sempre ritrovata. son soddisfazioni.

14. sono libera di essere una perdente.

15. ci sono sguardi e sguardi. (che discorsi, è come dire “non ci sono più le mezze stagioni)

16. la mia è una stanchezza psicologica.

17. se hai i denti brutti il brillantino puoi anche mettertelo, ma sappi che fai cagare.

18. voglio andare a farmi un nuovo tatuaggio. è giunto il momento.

19. honey honey, touch me baby, ah.ah, honey honey, pa.pa.pa.pa.

20. dire “cesenatico” mi fa troppo ridere.

21. il mio compleanno fa primavera.

22. il mio nome finisce con la “M”, suvvia, non mi chiamo Miria.

23. parecchia gente quando parla al telefono è davvero diversa.

24. forse la mia faccia farà parte di una serie di poster pubblicitari.

25. pensa che Diego senza gelato.di.metà.pomeriggio non sia Deigo.

26. e se poi ci si perde?

parma_011

20
Mar
09

IL TUO BABBO lo faceva?

Il Canadian Club.

Il primo sorseggio di questa “balla nera assicurata” per me è avvenuto 5 anni fa. Ero fuori con delle amiche, avevo 16 anni ed ero la più piccola. Loro sapevano cosa prendere, io praticamente non avevo mai bevuto. In quel periodo stavo insieme ad un ragazzo di origini canadesi (più grande di me) e un paio di giorni prima avevamo giusto parlato di questo whiskey, quindi leggendolo sulla lista ho scelto quello. (N.B. premetto che la scelta non ha portato a una balla nera. Bevete responsabilmente U___U).

Beata ignoranza.

Mi arriva un calice con 4 dita (in verticale) del buon Canadian. (mi è partita su Winamp “Baby Fratelli” by The Fratellis – ci sta un sacco bene per rivivere questa situazione). Io ero alquanto preoccupata, lo ammetto, sia per la pesantezza della mia scelta sia perchè la mia mente mi aveva appena proposto un flash nel quale vedevo mio papà che saliva le scale del locale e mi vedeva.

Dico: “Naaaaaa dai, non ci viene mai il mio babbo qui, hahahahaha”.

Arrivano le ordinazioni. Comincio a sorseggiare. Si, era pesantuccio, ma il sapore mi piaceva, quindi proseguo. Si chiacchiera, si ride. A un certo punto sento: “Mì c’è Paolo!”, e io: “hahahahaha seeeee!”, mi volto e il mio babbo era li, davanti a me che sorrideva. Proprio quella sera era uscito con dei colleghi del lavoro. Comincio a spostare i bicchieri da davanti a me e, come se stessi giocando, grido: “Dov’è la regina, siori e siore, dov’è la regina?”.

Non funziona, beccata, in pieno. U___U. Ovviamente.

Mi sale un pò di paura mentre mi chiede, con il suo vocione da orso buono: “Ce bevitu?” – friuliano – “Cosa bevi?” – italiano. Io lo guardo e comincio a spiegargli: “Ma no papy guarda è un whiskino tranquillo (esistono?), ma non lo finisco mica eh! David mi ha detto che è un sacco buono e l’ho preso, ma per assaggiarlo, ora lo faccio portare indietro e mi prendo un.succhino.alla.pesca.che.mi.piace.tanto.”.

Dovete sapere che il mio babbo fa delle espressioni divertentissime. Mi guarda strano. Alza il sopracciglio. Cerca di fare il cattivo (ma non gli riesce). In automatico tremo (o almeno faccio finta). “Lo sai che sei piccola vero?” . “Si papy” . “Quindi cosa facciamo?” . “Non diciamolo alla mamy dai” . “Ok, dammene un sorso!”.

O_O

Cosa?!?!? La finiamo qui? Davvero? Scatta la risata generale e il papy lo sorseggia, esprime il suo giudizio positivo, appoggia il bicchiere e se ne va augurando a tutte una buona serata (dopo avermi chiesto chi era che mi riportava a casa).

Il mio babbo è assurdo.

Va beh, tutto questo per dirvi che: oggi stavo sfogliando un “ARCHIVE magazine” e trovo queste pubblicità, vecchiotte, ma nella mia storiella ci stavano troppo bene. (anche se il papy non è un patito di whiskey e alcool in generale)

preview_600_802

In primis: NON è METROSEXUAL. hahahaha, no.

preview_600_800

Da giovane era un gran figo. Aveva la moto (che ha venduto in automatico dopo aver conosciuto la mia mamma) e se avesse avuto un gruppo avrebbe avuto un sacco di groupies. Si.cu.ro! Hahahaha, ce lo vedo un bel pò.

Ma soprattutto.

your_mom_wasnt_your_dads_first

Non è successo come nella descrizione, ma la mia mamma l’ha conosciuta comunque. XD




i write, you read

contact

miriam.pittioni@gmail.com [Gtalk] miriam pittioni [skype]

I heart FeedBurner

Add to Technorati Favorites

Così tanto tempo e così poche cose da fare..

luglio: 2017
L M M G V S D
« Dic    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Aggiornamenti Twitter

MYTUBE

Who's william_perry?

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.